Annette Kellerman, pioniera del costume da bagno

«A Abbronzatissima
sotto i raggi del sole,
come è bello sognare,
abbracciato con te.»

Così cantava Edoardo Vianello nel 1963, ma se andiamo indietro di un secolo, contando dal ’63, abbronzarsi non era possibile perchè le donne andavano in spiaggia completamente vestite!

Il “costume da bagno” che indossavano era costituito da un abito pesante a maniche lunghe abbinato ad un pantalone, questo per due motivi:

il 1° perchè le donne non potevano mostrare le gambe e le braccia; il 2° perchè dovevano preservare il candido colorito della pelle (in quei tempi l’abbronzatura era associata alle signore comuni che per contriuire al mantenimento della famiglia dovevano lavorare nei campi).

Annette Kellerman, pioniera del costume da bagno 3

Annette Kellerman, pioniera del costume da bagno.

Solo nei primi anni del ‘900 le cose iniziarono a cambiare, il costume divenne più leggero composto da una tunica abbinata ad un pantalone, questo fino a quando Annette Kellerman non arrivò negli Stati Uniti!

Il primo baule che apriremo sarà proprio il suo!

Annette Kellerman, pioniera del costume da bagno 2

Annette Kellerman in una foto del 1907.

Nel 1907 Annette Kellerman, una nuotatrice di fama internazionale (nel 1905 andò in Inghilterra e nuotò nel Tamigi per oltre 21 km) nata a Sidney il 6 luglio del 1887 , andò in America in veste di “ballerina subacquea”. Le sue performance si basavano su veri e propri balletti acquatici in grandi vasche di vetro.

E voi adesso penserete: “Come poteva lei, per quanto brava, nuotare con i costumi da bagno pensanti e scomodi che andavano di moda in quei tempi?”.

Annette ideò un costume da bagno a un pezzo, una tuta attillata che lasciava scoperte le braccia e le gambe in modo da poter nuotare più facilmente.
Questo creò molto scandalo e non lasciò indifferenti le forze dell’ordine che l’arrestarono per indecenza.

Annette Kellerman, pioniera del costume da bagno 1

Il Costume da bagno a un pezzo “Annette Kellerman”.

Il costume da lei ideato divenne famoso a tal punto che venne chiamato “Annette Kellerman” contribuendo ad accrescere la fama della nuotatrice stessa, che venne chiamata a recitare in molti film con temi acquatici.

Fu un passo molto importante per le donne, perchè le leggi riguardanti i costumi da bagno femminili divennero meno rigide.

Da quel momento ebbe inizio la lunga nuotata verso i moderni costumi da bagno che usiamo oggi!

Caterina Vespignani

Caterina Vespignani

Sono Caterina e studio Fashion Global Design a Bologna. Adoro il vintage e tutto ciò che ha a che fare con la storia della moda. Amo la danza che da sempre mi accompagna, l'arte, la musica e la natura, in tutte le loro sfumature. Per ora non so cosa diventerò da grande, vedremo cosa mi riserverà il futuro!

Un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.