RECENSIONE – “The Farringdons”

The Farringdons, di Ellen Thorneycroft FowlerPubblicato nel 1900, il romanzo è stato uno dei più riusciti della sua autrice e, nonostante sia stato dimenticato da future generazioni di lettori e critici, ha certamente costituito parte di quel filone di romanzi scritti da donne che descrivono le lotte di auto-emancipazione nel periodo della Fin-de-siècle. Non si sa molto di Ellen Thorneycroft Fowler: nata nel 1860 a Wolverhampton, proveniva da una famiglia direttamente coinvolta nella industrializzazione dell’area. Ma oltre a questo aspetto, che è del tutto centrale alla trama del libro, l’autrice esplora attraverso Elisabeth Farringdon sia la crisi spirituale che la ricerca di una identità di ‘Nuova Donna’.

Elisabeth è una rappresentazione semi-autobiografica della stessa autrice, e alcuni dettagli del tardo periodo vittoriano si riflettono sul romanzo. In sostanza, l’industrializzazione e il progresso nel campo scientifico hanno gettato un’ombra di incertezza sulla società, ma in questo caso si va ad analizzare la prospettiva femminile del fenomeno. La storia centrale visualizza la parabola discendente di una donna che cerca di imporre se stessa su chiunque e qualsiasi cosa ed attraverso diverse dinamiche proprie della trama, inizia a dubitare di sé e prende in considerazione ciò che fino ad allora aveva del tutto ignorato: l’accettazione di Dio come la sua unica fede religiosa (dopo aver dato spago all’Ellenismo, al Paganesimo, all’Ateismo e al Panteismo) e la possibilità di innamorarsi del suo alter ego, il protagonista maschile, Christopher.

Nonostante tutto indichi che la protagonista abbia una tenacia tale da rendersi paladina femminista, il suo approccio al problema della donna è una sfumatura di femminismo del tutto diversa: ella non ha bisogno di imporsi sugli altri per avere successo, e non ha bisogno di rinunciare alla religione per liberarsi dai dogmi e dai codici sociali. Questo libro è, purtroppo, disponibile solamente in lingua Inglese. Certo, sarebbe bello e costruttivo che gli studi accademici iniziassero ad ascoltare anche la versione della Thorneycroft Fowler in qualità di donna autrice ma anche in quanto voce unica nel panorama femminile della letteratura tardo vittoriana.

Alessio Fabbri

Alessio Fabbri

Sono Alessio. Laureato in Lingue e Letterature Straniere, sono appassionato del mio lavoro di insegnante di Lingua Inglese, così come di ricerche storiche e genealogiche. La mia altra grande passione sono i libri, preferendo i classici dell'epoca modernista e tutto ciò che proviene dall'area anglo-americana. Sono autore de "La Magiara", romanzo edito da Sillabe di Sale (2015).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.