La sponda da raggiungere

la-sponda-da-raggiungere«La paura rende prigionieri, la speranza può rendere liberi»
Le ali della libertà

 

Dove vivo c’è un ponte di acciaio cigolante, che ti fa vedere il fiume, laggiù, sotto i tuoi piedi, mentre lo attraversi.
I primi tempi mi faceva una gran paura e lo percorrevo sempre stando su un lato, tenendomi alla ringhiera e maledicendo silenziosa chi doveva averlo concepito in un momento di sadismo.
Adesso lo attraverso stando al centro e pensando ai fatti miei, a passo spedito. A volte mi fermo persino, e guardo, oltre le maglie d’acciaio, i piccoli gorghi e i mulinelli nelle acque che scorrono diversi metri sotto di me.
Che vada così anche la vita?
Penso di sì. Non sempre forse, ma in molti casi. Bisogna attraversare le paure. Camminarci nel mezzo.
Così le paure resteranno indietro oppure ci si abituera’ ad esse, si diventerà un po’ più allenati a conviverci e a non subire i capogiri delle vertigini.
E poi, se la paura è un ponte, alle nostre spalle e davanti a noi dovranno pur esserci delle sponde.
L’importante, credo, è non tornare indietro e puntare a raggiungere la sponda che ci attende.

Franca Bersanetti Bucci

Franca Bersanetti Bucci

Sono Franca, vivo in provincia di Ferrara e sono appassionata d’arte in generale, ma in particolar modo di teatro. Scrivo racconti, poesie e articoli su giornali online e siti internet.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.