Con la testa per… Aria!

AriaProbabilmente avrete già sentito parlare di segni di Fuoco o di Acqua e vi sarete chiesti quali siano e perché siano chiamati così. La risposta è semplice: i dodici segni zodiacali sono suddivisi in quattro gruppi in base all’elemento che li domina, ovvero Fuoco, Terra, Aria e Acqua. Definirei l’elemento come l’energia prevalente e innata di un segno.
L’equilibrio perfetto per un individuo sarebbe quella di avere nel proprio tema natale almeno un pianeta in ognuno degli elementi, così da avere in sé tutte le energie. Oltre all’elemento del Sole ovvero del segno zodiacale, è importante analizzare anche gli elementi degli altri pianeti, per comprendere quale sia prevalente. Vi faccio un esempio: una persona nata il 9 febbraio ha il Sole in Acquario, dunque segno d’Aria. Però potrebbe avere molti pianeti in Capricorno e Toro e perciò l’elemento dominante del suo tema è la Terra.
Dato che oggi siamo accompagnati da una bella Luna in Bilancia, vi parlerò dell’elemento Aria, la quale si manifesta nei segni Gemelli, Bilancia appunto e Acquario.
Ah, Aria! La sentite la brezza che ci pervade nel pronunciare tale parola? I segni da essa dominati sono accomunati dalla grande prevalenza del pensiero rispetto alle altre facoltà; perciò le persone d’aria hanno una mente brillante, sono portate per la comunicazione, per le relazioni sociali e per le attività dialogiche. L’Aria porta una grande libertà e autonomia, soprattutto mentale, piuttosto che fisica. Sia che si tratti di ambito scientifico, politico o artistico, i segni d’Aria si distinguono come i “grandi pensatori”. Per citarne alcuni, pensiamo a Galileo Galilei, Nicolò Copernico, Rosa Parks, Anna Frank, George Gershwin, Mahatma Gandhi… tutti personaggi che sono andati al di là dei preconcetti e della tradizione… fino a rivoluzionare il mondo e la concezione di esso.
In queste giornate ventose, vi invito a lasciarvi ispirare da questo elemento e ad attuare una piccola rivoluzione interiore!

Anainjana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.