Passatempi Montessoriani: Travasi

Ecco un gioco semplice, di ispirazione Montessoriana per i nostri bimbi.

A Francesco è piaciuto moltissimo e lo ha tenuto impegnato per circa mezz’ora con somma soddisfazione sua e mia. Utilizzando il “metodo del cartone” non abbiamo sporcato quasi nulla tranne i suoi pantaloni e i suoi calzini che, comunque, è bastato prima scuoterli energicamente e poi metterli in lavatrice.

L’attività che abbiamo svolto è stata un’attività di travaso, attività molto importante per i piccoli, la si può fare con oggetti più grandi e contenitori proporzionati, ad esempio delle insalatiere e dei cubi di legno o con qualsiasi altra cosa andando per gradi, aiutando così il piccolo ad affinare le capacità di presa e spostamento con lavoro di mani e polsi.

Stimoliamo il bimbo ad allenare le mani e a rispondere adeguatamente alle sue volontà; inoltre impara a concentrarsi su un attività per un tempo adeguato, il contenimento fisico-emotivo che sfrutta questo tipo di gioco, aumenta la durata della loro attenzione su qualcosa di specifico. Senza costrizioni stiamo insegnando ai nostri figli a svolgere attività come portarsi il cibo alla bocca usando le posate, o tenere in mano un bicchiere d’acqua senza rovesciarlo.

Altro vantaggio di tali giochi è far fare esperienza al bimbo con le qualità degli oggetti: volume, peso, consistenza, rapporti di grandezza, ecc..

Ci sono bimbi più autonomi che preferiscono giocare da soli, altri, come mio figlio, chiedono in modo evidente l’aiuto di un adulto quando si sentono in difficoltà. In ogni caso dobbiamo imparare a non giocare al posto loro, ma dare semplicemente l’esempio nel gioco, senza intervenire sulle loro azioni, magari utilizzando frasi come “no, non si fa così, devi fare così”.

Il gioco di travaso che ieri ho proposto a Fra’ è adatto a bimbi tra i 12 e i 15 mesi.

Il materiale necessario è di facile reperibilità: scatolone grande (capace di contenere un bimbo), un grembiulino plastificato (se desiderate contenere i ‘danni’) contenitori di varia grandezza, contenitori forati, farina.

Ho lasciato svolgere al piccolo libera attività con farina e contenitori all’interno della scatola, si è molto impegnato e divertito.

Abbiamo provato anche con il riso!

Se vi va postatemi qualche foto dei vostri pargoli all’opera come Ciccetto.

Marilina Fucile

Marilina Fucile

Sono Marilina, ho studiato Comunicazione,  oggi sono una mamma artigiana che confeziona supporti portabebé su misura, vivo in Calabria con il mio compagno, mio figlio e il nostro cane Scag. Grazie a mio figlio ho riscoperto il rispetto della natura, della vita e tante bellissime pratiche come il nutrimento naturale e il babywearing.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.