RECENSIONE – “Appunti di un Giovane Medico” (serie 1 e 2)

Appunti di un giovane medico 1Sempre restando in tema di serie televisive, eccone una (in realtà sono due miniserie, entrambe già trasmesse da Sky Arte) che mi ha particolarmente colpito negli ultimi anni.

Adattamento dell’opera autobiografica di Mikhail Bulgakov “I Racconti di un Giovane Medico”, ha per protagonisti Daniel Radcliffe, nei panni del giovane medico, e Jon Hamm, nei panni dello stesso medico ma più vecchio.

Appunti di un giovane medico 2È il 1917 in una Russia sull’orlo della rivoluzione, quando un giovane medico fresco di laurea arriva nel cuore della notte nel bel mezzo del nulla più assoluto. Qui lo aspetta il suo primo incarico in un remoto ospedale, inquietante ed indubbiamente a corto di personale. Il ragazzo, dal canto suo, è completamente impreparato alla gestione dei bizzarri personaggi che incontra e delle allarmanti malattie che gli si presentano davanti giornalmente. Ad accompagnarlo per entrambe le serie ci sarà un personaggio sicuramente inaspettato: la versione più vecchia di sé stesso, che cercherà di aiutarlo a destreggiarsi nelle torbide acque in cui si trova, ignorando il fatto che la sua versione invecchiata ha problemi molto più seri di cui occuparsi e che affondano le radici proprio in quell’ospedale e in quegli anni.

Appunti di un giovane medico 3Sebbene sia difficile credere, non solo inizialmente, che Hamm possa essere una versione invecchiata di Radcliffe – se non altro per la stazza –, e posto che questa serie tv è alquanto lontana da ciò che fanno solitamente questi due attori, per tutto il tempo si ha un sentore di classe ottenuta senza sforzo. Si passa senza soluzione di continuità dallo humor alla tragedia, dal sangue ad elementi ancor più macabri.

Certo è che questo show si addice solo ad un pubblico dai gusti ben distinti: se vi trovate in uno stato mentale adatto, è divertente, cupo e a volte persino un po’ demenziale. Soprattutto grazie al lavoro dei due attori principali, sarà in grado di agganciare l’interesse dello spettatore. Radcliffe interpreta il suo personaggio dalla faccia fresca delle migliori intenzioni, tuttavia corruttibile, mentre Hamm si prende gioco di lui nel vederlo disgregarsi mentalmente in quella remota comunità. È divertente seguire il lento realizzarsi dell’alchimia tra i due mentre cercano di avvertirsi l’un l’altro, di volta in volta, dei vari imperdonabili peccati che stanno per commettere.

Una serie tv non per tutti ma ottima se avete voglia di vedere due attori dalle grandi capacità al lavoro su qualcosa che è leggermente al di fuori della loro zona di comfort.






Appunti di un Giovane Medico” (“A Young Doctor’s Notebook”, commedia nera, 2012/2013, Regno Unito) di Alex Hardcastle e RobertMcKillop. Con Daniel Radcliffe, Jon Hamm, Adam Godley, Vicki Pepperdine, Rosie Cavaliero. Produzione: Big Talk Productions.

Francesca Orlandi

Francesca Orlandi

Mi chiamo Francesca, sono laureata in Lingue e Letterature Straniere presso l’Università di Ferrara e da sempre appassionata di cinema. In questo spazio virtuale mi occuperò di recensire film e dare consigli cinematografici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.