Il richiamo dell’anima

luomo-che-sussurrava-ai-cavalli-di-nicholas-evansIl capolavoro di Nicholas Evans L’uomo che sussurrava ai cavalli (1995) è un richiamo alla vita, al trovare la forza di ricominciare e credere in se stessi.

Grace è sopravvissuta ad un terribile incidente a cavallo, è poco più di una bambina, ha perso entrambe le gambe e la sua vita sembra irrimediabilmente compromessa. Il rapporto con Annie, la madre, non è dei migliori e la ragazzina fatica a trovare un equilibrio dopo tanto dolore. Il suo amato cavallo Pilgrim è anch’esso un “sopravvissuto” e come lei porta cicatrici perenni dell’accaduto. Annie, Grace e Pilgrim sono immersi nel loro mondo di paure, dolore e rassegnazione; sono anime inquiete, che spasimano dal bisogno di amore e speranza. La risposta alle loro preghiere sarà Tom. Tom Booker è un uomo sensibile che nutre un grande amore per i cavalli. La particolare sensibilità verso questi animali, eredità di lontani antenati, lo porta a comprendere il linguaggio degli stessi, assimilando i loro sentimenti e cercando di stabilire una fiducia fra loro e gli uomini. Tom giocherà un ruolo fondamentale nel rapporto fra i protagonisti. Questo romanzo è di potenza evocativa straordinaria, non solo per la descrizione delle vastità dei panorami americani ma anche per l’introspezione che l’autore dà di ogni personaggio; facendoci innamorare della natura di ciascuno di essi e della complessità dei loro cuori. A tutto ciò si compenetra il rispetto verso l’animale e la capacità di trasmettere al lettore un profondo senso di comunione con i sentimenti di Pilgrim, che sono esattamente identici agli stati d’animo di ognuno di noi. Il richiamo di anime perse che si cercano e si ritrovano, grazie all’aiuto l’ l’uno dell’altro.

Da leggere, non dimenticando di vedere anche l’omonimo film interpretato e diretto da Robert Redford nel 1998.

«In quel luogo dominato dal cielo, cominciava a vedere più chiaramente, come se i segreti si stessero rivelando in armonia con la natura stessa.» (Pag. 233)

Serena Piovaccari

Serena Piovaccari

Mi chiamo Serena, sono laureata in Tecnologia della Comunicazione Audiovisiva e Multimediale, mi occupo di regia e creazione di audiovisivi. Adoro scrivere poesie e leggere libri. Ritengo che leggere sia come aprire una meravigliosa finestra in un mondo sconosciuto, resta alla curiosità del lettore la sua scoperta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.