Gallina vecchia… fa buon portapane

Gallina portapaneTempo fa mi avevano regalato una gallina portaoggetti composta da una struttura di fil di ferro molto spesso, modellato come il profilo di una gallina stilizzata e poi ricoperto in alcune parti di stoffa imbottita. In più, la pancia era un sacchetto teso sulla struttura. Il problema era che non era cucito ma incollato e così, al primo lavaggio, la gallina ha perso le penne e le piume! Volevo rifarla ed ecco cosa ho usato!

  • Fil di ferro grosso

  • Pinze

  • Tronchesi

  • Pezzetti di stoffa

  • Ago, filo e ditale

  • Ovatta

  • Elastico

  • Spago

Allora: per prima cosa creiamo la forma della gallina. Se non ne avete idea, cercate un disegno stilizzato di una gallina e stampatelo tanto grande quanto volete sia la gallina che ne risulterà. Mettetevi su un tavolo con il foglio stampato e modellateci sopra il fil di ferro con le mani e le pinze. Quando sarete soddisfatti della forma, tagliate il filo e legate le due parti con molti giri di spago oppure con una goccia di colla.

Gallina portapane dettaglio 1Mettete la struttura da parte e prendete la stoffa. Seguendo il modello cartaceo, ritagliate la testa, la coda e la pancia sacchetto (quest’ultima non delle dimensioni esatte del modello ma un po’ abbondante perché poi verrà arricciata con l’elastico) su stoffa doppia.

Cucite alla rovescia la testa e la coda lasciando stare la base del collo e della coda. Per queste ultime due, imbastite un orlo verso l’interno. Infilate la testa sulla struttura e riempitela di ovatta. Quando sarà ben sagomata e piena, cucite la base. Fate la stessa cosa con la coda. Se volete, potete cucire delle linee verticali che impunturino l’ovatta per dare l’idea delle piume della coda! Ora infilate la pancia sacchetto con orlo superiore già fatto ed elastico infilato (ma non tagliato e cucito!).

Ora viene la parte più “rognosa”: le zampe! Prendete il fil di ferro e tagliatene due pezzi lunghi circa 15 cm.Gallina portapane dettaglio 2 Arrotolateli attorno alla parte più bassa della pancia a croce e formate una struttura solida che faccia da appoggio alla gallina. Ci vuole un po’ ma ci si riesce. Fatto questo, potete rivestire le zampe con la stoffa oppure no. Cucite l’orlo inferiore della pancia sacchetto e poi regolate l’elastico in alto. Saldate ed è fatta!

Ora dovete sfornare del pane o dei cracker per riempire la pancia della gallina quindi andate a chiedere a Nonna Miranda e mettetevi all’opera!

Elisabetta Mier

Elisabetta Mier

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.